Sai se pensi che ti perderai, finiremo per equivándote?

Uno dei grandi problemi, quando si tratta di prendere una decisione, è quello di sapere quale è la migliore alternativa.
Quanto più è importante la questione da trattare o meno tempo ci vuole per rispondere, più "difficile" sembra essere quello di assumere la "risposta giusta".
Anche se nella vita reale, non c'è un'unica alternativa, né è chiaro che è più corretto tra le varie opzioni, quindi il livello di ansia che può generare può arrivare a bloccare la persona.
Un caso tipico è quello degli studenti, di fronte a un test, dove non solo sta valutando il livello di conoscenza acquisita dallo stesso ma autocontrollo, e la tolleranza allo stress dello studente.
Perché uno studente, comunque ben preparato è, se ha troppo alto un livello di stress può bloccarlo e prevenire le prestazioni corrette, ma come si verifica questo?

Questo è ciò che è stato cercato di rispondere con una ricerca condotta dalla facoltà di psicologia, Università di Leiden e l'Istituto di cervello e cognizione (Paesi Bassi) insieme con la facoltà di psicologia, Università tedesca dello sport di Colonia cui I risultati sono stati pubblicati nel febbraio 2019 nella rivista scientifica PLoS One.
86 le donne sono state assegnate casualmente a un gruppo in cui lo stress sarebbe stato indotto prima di un compito attraverso la procedura di stress da ansia per le prestazioni di Leiden (L-PAST), rimanendo nel gruppo di controllo, che non avrebbe il Pressione sociale e temporale per generare ulteriore stress alla prova.

I risultati mostrano come i livelli più elevati di stress indotto peggio esecuzione nel compito di memoria di lavoro, essendo questo effetto maggiore, quando anche le persone più sensibili allo stress contro i meno sensibili.
In altre parole, l'effetto dell'ansia e quindi la sua interferenza nell'esecuzione dei compiti dipende sia da un componente stressante esterno e la maggiore o minore sensibilità allo stress della persona.
Così, e tornando all'esempio di cui sopra, lo studente che ha un tratto sensibile allo stress, cioè di essere nervoso con un po' di stress, sarà in svantaggio rispetto ai suoi compagni quando risponde adeguatamente ad un esame.
In altre parole, allo stesso livello di stress esterno elevato dato dal test di valutazione, quelli più sensibili vivranno anche la situazione come più minaccioso e con esso, la loro esecuzione e, alla fine, la loro qualifica può essere inferiore al loro effettivo livello di apprendimento.
Questo può portare a determinati studenti, sensibili allo stress, per essere mostrati come "studenti cattivi", non ottenendo buoni voti tanto quanto si sforzano di studiare.

Da qui l'importanza di essere in grado di incorporare pratiche di rilassamento prima di esercizi e valutazioni, riducendo così il livello di stress di senso e con esso, che può mostrare ciò che si sa veramente.